Affina la ricerca (14603 products)

Tipo pittura

Destinazione d'uso

Formato

Funzionamento

Diametro (mm)

Larghezza (mm)

Lunghezza (mm)

Peso (kg)

Potenza

Pittura alla calce: la riscoperta della tinteggiatura naturale ed ecologica

Pittura alla calce: la riscoperta della tinteggiatura naturale ed ecologica

La pittura alla calce è un prodotto antichissimo ed infatti rappresenta una delle prime forme di tinteggiatura per le pareti esterni degli edifici architettonici. L'origine potrebbe essere attribuita ai fenici che utilizzavano una malta formata da calce aerea e sabbia vulcanica capace di indurire all'aria aperta e sott'acqua. Lo stesso prodotto fu tramandato ai romani che lo sfruttavano per realizzare imponenti infrastrutture come acquedotti, strade e ponti.

Pittura alla calce: la composizione e le caratteristiche principali

 La pittura alla calce è un prodotto completamente naturale quindi non contiene nessun elemento tossico, non emana esalazioni pericolose e non comporta nessun rischio per la salute. È costituito prevalentemente da calce, borace, caseina e terre naturali. Tale tinteggiatura è anallergica, inodore, altamente traspirante e resistente agli sbalzi termici quindi costituisce un ottimo isolante termico. Data la sua elevata traspirabilità è garantito il naturale passaggio del vapore acqueo nelle murature così da prevenire i classici fenomeni di degrado legati all'umidità, come la formazione di muffe e l'eventuale distacco della pittura. Il livello del ph della calce è molto alto quindi garantisce una resistenza ancora maggiore a muffe e parassiti. Per finire, la sua natura antistatica allontana polvere e sporco. Tali caratteristiche rendono la pittura alla calce un eccellente materiale da utilizzare sia per interni che per esterni, oltre ad essere perfetta per la ristrutturazione di edifici storici e di pregio.  

Pittura alla calce: le applicazioni

pittura alla calce per esterno

La pittura alla calce è applicabile su tutti i tipi di supporto, ma è adatta particolarmente a superfici porose come laterizi, pietre e intonaci a calce. È invece da evitare in presenza di superfici metalliche, legno o a base di silicato di potassio. Per l'applicazione è sufficiente diluirla con acqua e distribuirla sulla parete, curandosi di livellarla in modo omogeneo con una spatola o un rullo.

Per ottenere il miglior risultato su intonaco fresco sono consigliabili tre mani di pittura, mentre su intonaco vecchio ne bastano due. In tutti i casi per la stesura è consigliabile rivolgersi ad un professionista in quanto, in presenza di imperfezioni, bisogna agire velocemente prima che la pittura si secchi.

Come imbiancare a calce

Per gli amanti del fai da te e per chiunque volesse cimentarsi nella pittura a calce può acquistare tutto ciò di cui ha bisogno direttamente sul nostro sito e preparare la pittura a casa. Adesso spieghiamo come stendere la pittura a calce in pochi e semplici passaggi.

Come preparare e stendere la pittura a calce

La prima cosa da sapere è che bisogna agire velocemente e avere una buona manualità in modo da stendere il colore in maniera omogenea prima che si secchi altrimenti si noteranno le imperfezioni.  

Dopo aver acquistato la pittura pronta dovrai diluirla con acqua pulita nella seguente proporzione: ogni secchio da 14 lt deve essere diluito con circa 7-8 lt di acqua. Fai attenzione ad aggiungere l’acqua poca alla volta ed amalgamare bene acqua e pittura. Per capire se è pronta per essere stesa intingi il pennello o il rullo e imbianca un porzione della parete. La pittura si deve stendere in maniera uniformo, se invece si staccano pezzi di intonaco dovrai diluirlo meglio e amalgamare ancora.

Per amalgamare acqua e pittura a calce puoi usare un miscelatore elettrico o un trapano con una frusta inserita.

Attrezzi per imbiancare con pittura a calce

Pennello o rullo, spatola in acciaio inox, miscelatore elettrico o trapano con frusta.

pittura a calce weber

Come applicare la pittura a calce

Prima di procedere a stendere la pittura verifica che il supporto sia regolare, omogeneo ed assorbente.

La preparazione 

Bagnare a rifiuto la parete (ovvero fino a quando non assorbe più) e in caso di sottofondi molto assorbenti o di temperature elevate, bagnare il supporto anche la sera precedente l’applicazione. Quando l’acqua è completamente assorbita iniziare l’applicazione.

Se stai lavorando su un muro appena intonacato, dovrai stendere due o tre mani di pittura a calce. Se l’intonaco è secco e più “vecchio”, basterà dare una sola mano. Come ti ho anticipato poco sopra, se noti delle imperfezioni dovrai agire tempestivamente per eliminarle prima che la pittura si asciughi. Utilizza una spatola e sii preciso e accurato.

Applicare a pennello in due passate incrociate; attendere almeno 6 ore tra 1a e 2a passata. Per ottenere particolari effetti cromatici il prodotto può essere applicato anche utilizzando una spugna.

Pittura alla calce: i colori disponibili

Il colore caratteristico della calce è il bianco ma, ad oggi, sono acquistabili pitture alla calce in varie tonalità. Con l'aggiunta di pigmenti minerali e terre è, infatti, possibile ottenere una vasta gamma di colori naturali perfetti sia per la tinteggiatura delle pareti esterne che di quelle interne. Le differenti pitture alla calce possono, così, conferire alle superfici le tipiche ombreggiature vibranti delle antiche lavorazioni e realizzare finiture dai colori vellutati, caldi e confortevoli.